Elenco notizie

Vai all'archivio storico

Notizie dal 05/02/2008 al 25/07/2017


  • Natura e biodiversità
  • ---Fauna e flora
  • ---Foreste
  • ---Grotte e aree carsiche
  • ---Parchi ed altre aree protette istituite
  • ---Protezione fauna, danni e attività venatoria
  • ---Rete Natura 2000



È possibile conoscere la posizione delle tartarughe Genoveffa e Gavino rilasciate in mare il 9 ottobre dopo più di 30 anni in cattività e monitorate, grazie ai dispositivi satellitari, dal Centro di Recupero del Sinis, nell’ambito delle attività della Rete regionale per la fauna marina: verrà presto implementata una sezione del sito in cui seguire gli spostamenti.


Dalla mattina di sabato 9 ottobre le due Caretta caretta Genoveffa e Gavino hanno ritrovato la via del mare: erano in custodia al Centro di recupero del Sinis (CReS) dal 2013 e 2011, a seguito del sequestro da un acquario dove erano detenute in cattività da oltre venticinque anni. Le tartarughe verranno monitorate grazie a dispositivi satellitari GPS che daranno informazioni sulla loro posizione, sulle temperature delle acque e sulle profondità di immersione. Madrina della manifestazione è stata Licia Colò.


Si è tenuta giovedì 9 settembre l‘apertura del nido di Caretta caretta della spiaggia del Poetto di Cagliari. Le uova erano in totale 84, di cui 78 schiuse: dai conteggi risulta che più di 50 tartarughini abbiano raggiunto il mare, un ottimo risultato per un nido che, a causa della posizione all’interno di una concessione balneare molto frequentata, non prometteva un buon esito.


Il prossimo 16 settembre, l’agenzia FoReSTAS organizza un Cantiere forestale dimostrativo sul Monte Arci - Località Acquafrida - nel Comune di Ales, rivolto alle imprese forestali, alle loro associazioni e a tutti i soggetti interessati alla formazione forestale in Sardegna. L’evento è realizzato nell’ambito del progetto nazionale For.Italy, promosso dal MiPAAF, a cui ha aderito l’Assessorato della difesa dell’Ambiente. La partecipazione è gratuita.


Con Decreto cautelare n. 259/2021, il Presidente del Tribunale Amministrativo Regionale della Sardegna ha accolto la domanda di sospensione cautelare - proposta da alcune Associazioni ambientaliste - del decreto n. 6846/13 del 23 agosto 2021 dell’Assessore della Difesa dell’Ambiente della Regione autonoma della Sardegna, con oggetto “calendario venatorio 2021/2022”, nella sola parte in cui prevede l’apertura della caccia, nelle date del 2 e del 5 settembre 2021, nei confronti della Tortora selvatica (Streptopelia turtur).