Elenco notizie

  • Gestione rifiuti
  • ---Rifiuti speciali
  • ---Rifiuti urbani



La Giunta regionale, con la deliberazione n. 16/20 del 03/04/2018, ha disposto la pubblicazione dei dati utili a definire lo stato di attuazione dei piani regionali di gestione dei rifiuti e dei programmi, secondo quanto previsto dall’articolo 199 del D. Lgs. n. 152 del 3.4.2006, come modificato dalla legge n. 221 del 28.12.2015. I dati relativi al 2016 sono stati raccolti ed elaborati dal Catasto rifiuti incardinato presso l’ARPAS e dal competente Servizio dell’Assessorato della Difesa dell’Ambiente.


Il rapporto sulla gestione dei rifiuti urbani in Sardegna relativo all’anno 2016, redatto dalla Sezione regionale del Catasto rifiuti dell’ARPAS, con la collaborazione degli Osservatori Provinciali dei rifiuti e dell’Assessorato della Difesa dell’Ambiente della Regione, descrive una gestione dei rifiuti urbani caratterizzata da importanti trend positivi e individua gli aspetti su cui su cui concentrare gli sforzi futuri per migliorare la gestione dei rifiuti urbani nel territorio regionale.


L'Assessorato della difesa dell'ambiente ha raccolto i dati dei movimenti di rifiuti che hanno interessato il territorio regionale nel 2016, in base alle comunicazioni delle province e alle informazioni ottenute consultando il MUD, anche tramite il supporto del Catasto rifiuti dell’ARPAS e del Sistema Informativo Regionale Ambientale. I dati raccolti riguardano i movimenti soggetti a notifica e autorizzazione preventiva, nonché i movimenti di rifiuti soggetti ai soli obblighi di informazione. I risultati sono riportati nel documento “Movimenti transfrontalieri di rifiuti in Sardegna - Anno 2016”.


Le Regioni sono tenute a istituire sistemi di monitoraggio e di analisi dei costi della gestione e dello smaltimento dei rifiuti sanitari e a inviare i risultati all’ISPRA, che li comunica al Ministero dell’Ambiente e al Ministero della Salute. Nel corso del 2017 il Servizio tutela dell’atmosfera e del territorio ha avviato una raccolta dati presso i produttori dei rifiuti sanitari e i soggetti autorizzati a raccolta, deposito preliminare e smaltimento finale. I risultati sono raccolti nel documento “Report sulla produzione e gestione dei rifiuti sanitari nella Regione Sardegna - Anno 2016”.


Le Regioni sono tenute a redigere la relazione riassuntiva annuale sui quantitativi di fanghi prodotti e riutilizzati in agricoltura sul territorio regionale e a trasmetterla al Ministero dell’Ambiente. Nel corso del 2017 il competente Servizio dell’Assessorato della Difesa dell’Ambiente ha avviato una raccolta dati presso i produttori di fanghi e i soggetti autorizzati al riutilizzo agricolo, nonché tra gli impianti autorizzati allo smaltimento. I risultati sono raccolti nel documento “Utilizzo dei fanghi nella regione Sardegna - Anno 2016”.