Strategia regionale di adattamento

 

Il ruolo di coordinamento e orientamento della Sardegna nel percorso nazionale rafforza la necessità di impegno da parte dell’Amministrazione regionale per dotarsi di una strategia propria per governare le politiche e le azioni di adattamento ai cambiamenti climatici sul territorio regionale.

L’esigenza di proporre anche per la Sardegna una chiara strategia per l’adattamento ai cambiamenti climatici è sicuramente matura da quando l’evidenza scientifica dei fenomeni in atto a livello planetario ha messo in risalto le criticità che le peculiarità del territorio possono generare.

L’adattamento è infatti una necessità locale in risposta a fenomeni generati su scala globale, con effetti e manifestazioni molto diversi nelle differenti aree geografiche ed in modo particolare per la Sardegna, per la sua condizione di insularità, le dimensioni e la collocazione geografica.

Con deliberazione n. 1/9 del 13 gennaio 2015, la Giunta regionale ha dato mandato all’Assessorato della Difesa dell’Ambiente per la redazione della Strategia Regionale di adattamento ai cambiamenti climatici (SRACC), nella quale declinare tutte le azioni e gli obiettivi in maniera coordinata e coerente, attraverso l’adozione di un modello di governance specifica per il trasferimento delle strategie per l’adattamento nei processi di pianificazione e programmazione regionale e locale.

La Giunta regionale, con la deliberazione n. 65/18 del 6 dicembre 2016, ha definito la necessità di predisporre uno studio su cui fondare l'elaborazione della Strategia regionale, individuando l’Università degli Studi di Sassari quale soggetto esperto per la comprovata e pluriennale esperienza in tema di adattamento ai cambiamenti climatici. È stato pertanto definito un accordo di collaborazione tra la Regione e l’Università di Sassari, finalizzato alla predisposizione dello studio per la definizione di metodi e strumenti a supporto dell'elaborazione della Strategia regionale di adattamento ai cambiamenti climatici per la Sardegna .

La Strategia regionale, elaborata sulla base dei risultati del suddetto studio e adottata dalla Giunta regionale con deliberazione n. 6/50 del 5 febbraio 2019, si propone come modello (organizzativo, gestionale e metodologico) che consente il raggiungimento di obiettivi strategici e l’elaborazione di obiettivi settoriali per l’adattamento, costituendo pertanto un documento quadro di forte spinta delle politiche e strategie settoriali e territoriali verso l’adattamento.