Aree estrattive

 

L’attività estrattiva fonda la sua peculiarità sulla disponibilità della risorsa naturale che è assicurata attraverso gli strumenti della “concessione” e dell’”autorizzazione”, sulla base della classificazione del R.D. 29 luglio 1927 n. 1443 delle differenti sostanze naturali. In funzione della classificazione delle sostanze minerali in prima categoria e in seconda categoria e della loro lavorazione viene definita rispettivamente miniera o cava.

È definita miniera la tipologia di lavorazione applicata alle sostanze minerali di prima categoria e per estensione il luogo fisico, con le opere e i mezzi per la loro coltivazione e trattamento. Per i materiali di prima categoria, il giacimento è di proprietà pubblica e viene dato in concessione.

È definita cava la tipologia di lavorazione delle sostanze minerali di seconda categoria e per estensione il luogo fisico, con le opere e i mezzi per la loro coltivazione e trattamento. Nel caso della seconda categoria, giacimento, impianti, materiali estratti sono di proprietà di chi possiede il fondo, ovvero ne abbia acquistato i diritti o avuto la disponibilità in affitto. L’estrazione avviene dietro autorizzazione (concessione se facente parte del patrimonio della Regione).

L'estrazione può essere effettuata utilizzando diversi metodi, quali l'impiego di miniere sotterranee o a cielo aperto, di pozzi, estrazioni marine ecc. Le attività estrattive sono classificate in divisioni, gruppi e classi in base al principale minerale prodotto.

Consulta la normativa
Regio Decreto 29 luglio 1927, n. 1443, “Norme di carattere legislativo per disciplinare la ricerca e coltivazione delle miniere”
Decreto del Presidente della Repubblica 28 giugno 1955, n. 620, “Decentramento dei servizi del Ministero dell’industria e del commercio”
Decreto del Presidente della Repubblica 18 aprile 1994, n. 382 , “Disciplina dei procedimenti di conferimento dei permessi di ricerca e di concessioni di coltivazione di giacimenti minerari di interesse nazionale e di interesse locale”
Legge 30 luglio1990, n. 221, “Nuove norme per l’attuazione della politica mineraria”
Legge regionale 07 maggio 1957, n. 15, “ Norme integrative al regio decreto 29 luglio 1927 n. 1443 sulla disciplina dell’attività mineraria
Legge regionale 7 Giugno 1989, n. 30, “ Disciplina sulle attività di cava”

Ultime notizie

Non ci sono notizie per questa sezione.
Tutte le novità »