Valutazione di impatto ambientale (V.I.A.)

 

La valutazione di impatto ambientale, comunemente detta V.I.A., ha lo scopo di individuare, descrivere e valutare, in via preventiva alla realizzazione delle opere, gli effetti di determinati progetti pubblici o privati sull'ambiente, inteso come l’insieme dei seguenti fattori:

  • popolazione e salute umana;
  • biodiversità, con particolare attenzione alle specie e agli habitat protetti in virtù della direttiva 92/43/CEE e della direttiva 2009/147/CE;
  • territorio, suolo, acqua, aria e clima;
  • beni materiali, patrimonio culturale, paesaggio;
  • interazione tra i fattori sopra elencati.

Sono inclusi negli impatti ambientali gli effetti derivanti dalla vulnerabilità del progetto a rischio di gravi incidenti o calamità pertinenti il progetto medesimo.

La V.I.A. si applica alle categorie di progetti individuati dalla direttiva comunitaria di riferimento (Direttiva 2014/52/UE), dalle norme statali di recepimento (D.Lgs. n. 152/2006, parte seconda; D.M. Ambiente del 30.03.2015) e dalle norme regionali di attuazione (L.R. n. 2/2021 e Delib.G.R. 11/75 del 24.03.2021).

Le norme vigenti distinguono i progetti da sottoporre direttamente a V.I.A. (Allegati II e III alla parte seconda del D. Lgs. n. 152/06), da quelli per cui è necessario procedere preliminarmente ad una verifica di assoggettabilità – c.d. screening (Allegati II bis e IV alla parte seconda del D.Lgs. n. 152/06).

 

Procedure di competenza regionale

Verifica di assoggettabilità a VIA (Verifica o Screening)

È la procedura da attivare allo scopo di valutare se un progetto determina potenziali impatti ambientali significativi e negativi e deve essere sottoposto al procedimento di V.I.A. E’ effettuata per i progetti elencati nell'allegato B1 alla Delib.G.R. 11/75 del 24.03.2021, in applicazione dei criteri e delle soglie definiti dal D.M. Ambiene 30.03.2015.

Ai sensi della L.R. n.1 del 2019, per i progetti che ricadono anche parzialmente all’interno delle aree della Rete Natura 2000, la procedura di verifica è comprensiva della procedura di Valutazione di incidenza ambientale (V.Inc.A.), di cui al D.P.R. n. 357/97.

Valutazione preliminare

È la procedura che il Proponente ha la facoltà di richiedere per individuare l'eventuale procedura da avviare per le modifiche, le estensioni o gli adeguamenti tecnici finalizzati a migliorare il rendimento e le prestazioni ambientali dei progetti di cui agli allegati A1 e B1 alla Delib.G.R. 11/75 del 24.03.2021; fanno eccezione le modifiche o estensioni che comportano il superamento degli eventuali valori limite stabiliti nei medesimi allegati.

Consultazione preventiva

Nel caso di opere sottoposte a V.I.A., il Proponente ha la facoltà di richiedere una fase di confronto con il Servizio V.I.A. al fine di definire la portata e il livello di dettaglio delle informazioni necessarie per la redazione dello Studio di impatto ambientale (S.I.A).

Definizione dei contenuti dello S.I.A. – Scoping

È una fase, facoltativa, di consultazione con il Servizio V.I.A. e i soggetti competenti in materia ambientale finalizzata a definire la portata delle informazioni, il relativo livello di dettaglio e le metodologie da adottare per la predisposizione dello S.I.A.

Valutazione Impatto Ambientale (VIA)

La V.I.A. è un processo che comprende, secondo le disposizioni di cui al Titolo III della parte seconda del D.Lgs. 152/2006 e della Delib.G.R. 11/75 del 24.03.2021, l'elaborazione e la presentazione dello studio d'impatto ambientale da parte del proponente, lo svolgimento delle consultazioni, la valutazione dello studio d'impatto ambientale, delle eventuali informazioni supplementari fornite dal proponente e degli esiti delle consultazioni, l'adozione del provvedimento di VIA in merito agli impatti ambientali del progetto, l'integrazione del provvedimento di VIA nel provvedimento di approvazione o autorizzazione del progetto.

V.I.A. e Provvedimento unico regionale in materia ambientale (PAUR)

Il provvedimento di V.I.A. comprensivo, laddove necessario, della V.Inc.A., di competenza regionale è rilasciato all'interno del PAUR, di cui alla L.R. n. 2/2021 e della Delib.G.R. n. 11/75 del 24.03.2021.

Il PAUR include, oltre alla V.I.A., i seguenti titoli abilitativi, che, se previsti, devono essere indicati dal proponente nell’istanza di attivazione del PAUR:

  1. autorizzazione integrata ambientale ai sensi del titolo III-bis della parte II del D.Lgs. n. 152 del 2006 e s.m.i.;
  2. autorizzazione riguardante la disciplina degli scarichi nel sottosuolo e nelle acque sotterranee di cui all’articolo 104 D.Lgs. n. 152 del 2006 e s.m.i.;
  3. autorizzazione riguardante la disciplina dell’immersione in mare di materiale derivante da attività di escavo e attività di posa in mare di cavi e condotte di cui all’articolo 109 del D.Lgs. n. 152 del 2006;
  4. autorizzazione paesaggistica di cui all’articolo 146 del D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137) e s.m.i.;
  5. autorizzazione riguardante il vincolo idrogeologico di cui al R.D. 30 dicembre 1923, n. 3267 (Riordinamento e riforma della legislazione in materia di boschi e di terreni montani) e s.m.i., e al decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616 (Attuazione della delega di cui all'art. 1 della L. 22 luglio 1975, n. 382) e s.m.i.;
  6. nulla osta di fattibilità di cui all’articolo 17, comma 2, del D.Lgs. 26 giugno 2015, n. 105 (Attuazione della direttiva 2012/18/UE relativa al controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose).

Il PAUR, comprensivo di tutti i titoli abilitativi richiesti dal proponente, viene rilasciato all’esito del procedimento disciplinato dall’articolo 8 delle Direttive allegate alla Delib.G.R. 11/75 del 2021 che tiene luogo dei procedimenti stabiliti dalle norme di settore per il rilascio dei singoli titoli abilitativi richiesti dal proponente e compresi nel PAUR.

Verifica e V.I.A. ex post

Nel caso di progetti di cui agli allegati A1 e B1 alla Delib.G.R. 11/75 del 2021, realizzati in assenza della Verifica di assoggettabilità alla V.I.A. e della V.I.A., se previste, è necessario attivare le procedure ex-post:

  • la procedura di Verifica ex-post si svolge con le medesime modalità indicate per la procedura di verifica “ordinaria”;
  • la procedura di V.I.A. ex-post si svolge con le modalità indicate nell’allegato G alla Delib.G.R. 11/75 del 2021.

 

Procedure di VIA di competenza statale

Nell’ambito dei procedimenti di VIA di competenza statale, ai sensi dell’art. 7bis del D.Lgs. 152/2006, la Direzione generale dell’Assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente svolge un’istruttoria finalizzata all’espressione delle osservazioni regionali, raccogliendo anche i contributi istruttori/osservazioni/pareri formulati dagli altri Assessorati ed Enti Regionali.

 

Oneri istruttori

I versamenti relativi agli oneri istruttori per i procedimenti di V.I.A. dovranno essere effettuati esclusivamente con pagamento elettronico - pagoPA - collegandosi alla pagina

https://pagamenti.regione.sardegna.it/public/elencoTributi.jsf?codiceEnte=REGIONESARDEGNA

Gli Enti soggetti al sistema di Tesoreria Unica devono operare esclusivamente con la modalità di pagamento girofondi (L. 27/2012).

 

Scarica la modulistica e gli allegati editabili
Modulistica
Allegati editabili

 

Consulta la normativa

Regionale
Delib.G.R. n. 11/75 del 24.03.2021 “Direttive regionali in materia di VIA e di provvedimento unico regionale in materia ambientale (PAUR)
Legge regionale 08.02.2021, n. 2 “Disciplina del provvedimento unico regionale in materia ambientale (PAUR), di cui all'articolo 27 bis del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale), e successive modifiche e integrazioni”
Legge Regionale 11.01.2019, n. 1 “Legge di semplificazione 2018”, articolo 9 (Procedure di valutazione di progetti ricadenti all'interno dei siti della Rete natura 2000).
Legge Regionale 11.01.2018, n. 1 “Legge di stabilità 2018”, articolo 5 (Disposizioni in materia di ambiente e territorio).
Legge regionale 12.06.2006, n. 9 “Conferimento di funzioni e compiti agli enti locali”, articolo 48 (Valutazione ambientale strategica e valutazione di impatto ambientale - Funzioni della Regione).

Nazionale
DLgs 152 del 2006 - Norme in materia ambientale
D.M. Ambiente del 30.03.2015 - Linee guida per la verifica di assoggettabilita' a valutazione di impatto ambientale dei progetti di competenza delle regioni e province autonome

Ultime notizie

Vai a tutte le notizie »


Il Servizio V.I.A. informa che, a seguito del completamento della documentazione da parte della Proponente, è stato pubblicato, nell’ambito del provvedimento unico regionale in materia ambientale (P.A.U.R.), l’avviso pubblico.
La Società DIEM S.r.l. ha depositato, in applicazione dei criteri di cui all’Allegato al D.M. n. 52 del 30.03.2015, l’istanza di Verifica di assoggettabilità alla V.I.A. per il progetto “Impianto fotovoltaico a terra da 990,00 kWp, da ubicare in Loc. Spinarba – Oristano/Silì, in area di cava dismessa e ripristinata, in prossimità di altro impianto fotovoltaico.
La Società Oristano Inerti S.r.l. ha depositato, in applicazione dei criteri di cui all’Allegato al D.M. n. 52 del 30.03.2015, l’istanza di Verifica di assoggettabilità alla V.I.A., per il progetto “Impianto fotovoltaico a terra da 990,00 kWp, ubicato in Loc. Spinarba – Oristano/Silì, in area di cava dismessa e ripristinata, in prossimità di altro impianto fotovoltaico.
La Società Engie Rinnovabili Sardegna (E.RI.Sa.) S.r.l. ha depositato documentazione integrativa volontaria, contenente una revisione del progetto, in risposta a quanto rilevato dal Genio Civile di Nuoro, per il progetto “Costruzione e l'esercizio di un impianto di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile solare e relative opere e infrastrutture connesse di potenza nominale di 7,31 MW, denominato 'Lula 2', da realizzarsi nel Comune di Lula, agglomerato industriale Sologo”.
Il Comune di Sorso ha depositato l’istanza relativa al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) per il progetto “Interventi per il superamento delle problematiche idrauliche del canale coperto "SORSO - SENNORI”, ricadente in comune di Sorso.
La Società Andesiti S.r.l. ha depositato, in data 04.06.2021, documentazione integrativa volontaria (Tavola Inquadramento generale), in risposta a quanto rilevato dall’Amministrazione comunale di Sarroch, per il progetto “Variante al progetto di coltivazione e ripristino della cava 'Monte Arrubiu' in Comune di Sarroch”.
La Ditta Fernando Erriu ha depositato l’istanza relativa al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) per il progetto “Permesso Minerario per la ricerca e valorizzazione di Sabbie Silicee Feldspatiche denominato "Riu sa Mela" insistente in agro del comune di Guasila (CA)”.
Il Comune di Furtei ha depositato l’istanza relativa al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) per il progetto “Eliminazione copertura canale Riu Mortu nel comune di Furtei”.
La Società GB Stones Srl ha depositato l’istanza relativa al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) per il progetto “Coltivazione e ripristino di una cava di materiali granitici in Località Monte Ladu” nel Comune di Buddusò (SS).
La Società Opere e Infrastrutture della Sardegna S.r.l. ha depositato l’istanza relativa al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) per il progetto “Patto per lo sviluppo della Sardegna. Intervento 20IR154/G1 “Adeguamento ponte ex SS125 Muravera-Villaputzu - CUP E92J17000010003”.
Il Servizio V.I.A. informa che, a seguito del completamento della documentazione, è stato pubblicato l’avviso pubblico di avvio della procedura di valutazione di impatto (V.I.A.), nell'ambito del quale è ricompresa anche la valutazione di incidenza ambientale (V.Inc.A), relativa al progetto “Riordino irriguo del distretto di Zinnigas, Lorissa e Pauli Bingias sud con sostituzione delle canalette a pelo libero in rete tubata - C.A.T. P0117” ubicato nei comuni di Oristano, Zeddiani, Nurachi, Cabras, proposto dal Consorzio di Bonifica dell'Oristanese
La Società Green Energy Sardegna 2 S.r.l. ha depositato documentazione integrativa per il progetto “Impianto per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile eolica della potenza di 21 MW da realizzarsi nel Comune di Nule (SS) e di tutte le relative opere connesse ed infrastrutture ricadenti nei Comuni di Nule (SS), Osidda (NU) e Buddusò (SS)”.
Il Commissario di Governo contro il Dissesto Idrogeologico per la Regione Sardegna ha depositato l’istanza relativa al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla VIA per il progetto “Piano regionale delle infrastrutture. L.R n. 5/2015, art. 4 e art. 5, comma 13 (Tabella E). Rimodulazione del programma degli interventi di cui alla D.G.R. 36/40 del 12.09.2019 - Intervento: Opere di difesa idraulica della città di Bosa”
Il Servizio V.I.A. informa che, a seguito del completamento della documentazione, in data 4 e 7 giugno 2021, è stato pubblicato l’avviso pubblico di avvio della procedura di valutazione di impatto (V.I.A.), relativa al progetto “Costruzione ed esercizio di un impianto di energia elettrica da fonte eolica sito nei comuni di Serramanna e di Villasor (SU) denominato Ermosura, costituito da 7 aereogeneratori, comprensivo delle opere e delle infrastrutture connesse, avente potenza totale nominale pari a 29,4 MW, proposto dalla Società GRVDEP Energia S.r.l.
La Società Ecotec Gestione Impianti Srl ha depositato, documentazione integrativa relativa al progetto “Installazione di una nuova sezione di gassificazione al plasma nell'impianto di eliminazione e recupero di rifiuti pericolosi e non pericolosi, sito in territorio comunale di Assemini - ZI CACIP Macchiareddu”, autorizzato con Determinazione della Provincia di Cagliari n. 213 del 09/11/2010 e s.m.i..
Il Consorzio Industriale Provinciale Sassari ha depositato documentazione integrativa per il “Progetto di realizzazione di un impianto per il pretrattamento dei rifiuti liquidi e di una vasca di disinfezione all'interno del depuratore consortile di Porto Torres”. Per ragioni di riservatezza e/o di segreto industriale alcuni contenuti del documento “Integrazione punto 5 - Accettabilità RL e reflui e capacità depurativa dell'impianto” sono stati omessi.
La Società GRID PARITY 3 S.r.l. ha depositato l’istanza relativa al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) per il progetto "Realizzazione di un impianto fotovoltaico su un'area industriale a Porto Torres”.
La Società Sarda di Bentonite Srl ha depositato, nel mese di Maggio 2021, documentazione integrativa per il progetto “Ampliamento dei piazzali di essicazione e stoccaggio e variazioni relative ad attività accessorie nell’ambito del progetto di coltivazione e di ampliamento della coltivazione e recupero ambientale della miniera per argille bentonitiche e smettiche di Casa S’Aliderru” in agro del Comune di Sassari.
Il Consorzio di Bonifica della Sardegna Centrale ha depositato volontariamente delle “Integrazioni allo Studio di Impatto Ambientale relative a Popolazione e salute umana”, in risposta a quanto rilevato dall’ATS Sardegna – Dipartimento di Prevenzione di Oristano - Nuoro – Lanusei, per il progetto “Messa in sicurezza del bacino imbrifero del fiume Cedrino attraverso lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria del fiume e dei canali colatori in prossimità della foce del Cedrino. Riqualificazione morfologica dell'alveo”, ubicato in comune di Orosei.
Il Servizio V.I.A. informa che, vista la situazione di emergenza sanitaria da COVID19, non avrà luogo l’incontro pubblico previsto nell’ambito dell’inchiesta pubblica di cui all’art. 10 dell’Allegato A della Delib.G.R. n. 45/24 del 27.09.2017. Per garantire comunque la massima partecipazione, la Società Green Energy Sardegna 2 Srl ha predisposto una descrizione sintetica del progetto.