Valutazione di impatto ambientale

 

La Valutazione di Impatto Ambientale è il processo di verifica della compatibilità ambientale di un'opera pubblica o privata. E’ stata introdotta nell'ordinamento comunitario nel 1985 dalla direttiva 85/337/CEE, nel tempo più volte sostituita e modificata, in ultimo dalla direttiva 2014/52/UE del 16 aprile 2014; essa consiste in un processo finalizzato ad individuare, mitigare e compensare eventuali impatti ambientali significativi connessi con la realizzazione di determinati progetti, prima o contestualmente al rilascio delle necessarie autorizzazioni.
Per impatto ambientale si intendono gli effetti significativi, diretti e indiretti, di un progetto, sui seguenti fattori:

  • popolazione e salute umana;
  • biodiversità, con particolare attenzione alle specie e agli habitat protetti in virtù della direttiva 92/43/CEE e della direttiva 2009/147/CE;
  • territorio, suolo, acqua, aria e clima;
  • beni materiali, patrimonio culturale, paesaggio;
  • interazione tra i fattori sopra elencati.

Sono inclusi negli impatti ambientali gli effetti derivanti dalla vulnerabilità del progetto a rischio di gravi incidenti o calamità pertinenti il progetto medesimo.
 

Procedure

Valutazione preliminare
Il Proponente ha la facoltà di richiedere, in qualunque momento, una fase di confronto con il Servizio SVA al fine di definire la portata delle informazioni e il relativo livello di dettaglio degli elaborati progettuali necessari allo svolgimento del procedimento di VIA. A tal fine, il Proponente trasmette, in formato elettronico, una proposta di elaborati progettuali.

Scoping
Il Proponente ha la facoltà di richiedere una fase di consultazione con il Servizio SVA e i soggetti competenti in materia ambientale al fine di definire la portata delle informazioni, il relativo livello di dettaglio e le metodologie da adottare per la predisposizione dello studio di impatto ambientale.

Verifica di assoggettabilità a VIA (Screening)
Lo Screenineg è la procedura da attivare allo scopo di valutare, ove previsto, se determinati progetti di opere o impianti (DGR 45/24 del 27.09.2017, allegato B, art. 2), elencati nell’allegato B alla DGR 45/24 del 27.09.2017, secondo le disposizioni di cui al presente documento ed al Titolo III della parte seconda del D.Lgs. 152/2006; possono avere impatti negativi e significativi sull'ambiente e devono essere sottoposti alla fase di valutazione di impatto ambientale.

Valutazione Impatto Ambientale (VIA)
La valutazione di impatto ambientale (VIA) è il procedimento mediante il quale vengono preventivamente individuati gli effetti sull’ambiente di un progetto, al fine di accertarne la compatibilità ambientale tramite la valutazione degli effetti da esso indotti sull’ambiente, inteso come sistema di relazioni fra fattori antropici, chimico-fisici, climatici, paesaggistici, architettonici, culturali, agricoli ed economici. In particolare le procedure di VIA dei progetti hanno la finalità di proteggere la salute umana, contribuire con un migliore ambiente alla qualità della vita, provvedere al mantenimento della specie, conservare le capacità di riproduzione dell’ecosistema in quanto risorsa essenziale per la vita, salvaguardare la biodiversità e un’equa distribuzione dei vantaggi connessi all’attività economica.

Procedure di VIA di competenza statale
Nell’ambito dei procedimenti di VIA di competenza statale, ai sensi dell’art. 7bis D.Lgs. 152/2006, la Direzione generale dell’Assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente svolge una istruttoria finalizzata alla espressione di un parere, raccogliendo anche i contributi istruttori/osservazioni/pareri formulati dagli altri Assessorati ed Enti Regionali.

 

Consulta la normativa

Regionale
Delibera 45/24 del 2017 -  Direttive per lo svolgimento delle procedure di valutazione di impatto ambientale. D.Lgs. 16 giugno 2017, n. 104 . Attuazione della direttiva 2014/52/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, che modifica la direttiva 2011/92/UE, concernente la valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati, ai sensi degli articoli 1 e 14 della Legge 9 luglio 2015, n. 114
Delibera 53/14 del 2017 Individuazione dell’autorità competente nell’ambito del procedimento autorizzatorio unico e proroga del termine di validità del regime transitorio di cui alla deliberazione n. 45/24 del 27.9.2017. D.Lgs. 16 giugno 2017, n. 104.

Nazionale
DLgs 152 del 2006 - Norme in materia ambientale
DM del 30 marzo 2015 - Linee guida per la verifica di assoggettabilita' a valutazione di impatto ambientale dei progetti di competenza delle regioni e province autonome
D.Lgs. n. 104 del 2017  - Attuazione della direttiva 2014/52/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, che modifica la direttiva 2011/92/UE, concernente la valutazione dell'impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati, ai sensi degli articoli 1 e 14 della legge 9 luglio 2015, n. 114

Ultime notizie

Vai a tutte le notizie »


Il Comune di Sassari, ha depositato, in data 4 Maggio 2018, il Progetto "Incremento delle volumetrie autorizzate della discarica di Scala Erre in comune di Sassari".
La STC CARNI SRL, ha depositato, in data 7 Maggio 2018, integrazioni al progetto GSV nei Comuni di Lanusei e Ilbono
Il Comune di Alghero ha depositato l’istanza relativa al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla VIA per il progetto “Completamento della nuova Sassari - Alghero 1° lotto, nel tratto della circonvallazione di Alghero da collegare a sud della città con le direttrici per Bosa (SP 105) e per Villanova Monteleone (SS 292) e a nord con il nuovo ospedale in regione “Teulada”.
Il Servizio S.V.A. informa che, nel mese di febbraio 2018, Il Comune di Olbia ha depositato una soluzione progettuale alternativa, relativa al progetto “Opere di mitigazione del rischio idraulico del Comune di Olbia”, proposto dal Comune medesimo, a cui, da ottobre 2016, è subentrato come proponente dell’opera il Commissario di Governo contro il dissesto idrogeologico nella Regione Sardegna (D.L. 12.09.2014, n. 133, art. 7, comma 2,e per il quale la procedura di V.I.A. è attualmente sospesa, su richiesta del Comune, reiterata dallo stesso Commissario.
La Direzione Generale della Difesa dell’Ambiente ha adottato, in data 9 maggio 2018, una circolare esplicativa sulla deliberazione di Giunta regionale n. 19/33 del 17 aprile 2018 concernente “Atto di indirizzo interpretativo ed applicativo in materia di estensione dell’efficacia temporale dei provvedimenti di VIA e Verifica”.
Il Servizio S.V.A. informa che, la Società Eurallumina S.p.A ha depositato “Documentazione volontaria a chiarimento e completamento n. 3 “Progetto di ammodernamento della raffineria di produzione di allumina ubicata nel comune di Portoscuso, Z.I. Portovesme (CI)”, per il quale è in itinere la procedura di V.I.A., su richiesta della Società medesima.
La Direzione Generale dell’Assessorato della Difesa dell’Ambiente informa che è stata adottata la deliberazione 19/33 recante “Atto di indirizzo interpretativo ed applicativo in materia di estensione dell’efficacia temporale dei provvedimenti di VIA e Verifica.”. Entro la prima settimana di maggio sarà pubblicata una circolare esplicativa.
La Società Sarlux Srl ha depositato l’istanza relativa al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla VIA per il progetto “Messa in sicurezza operativa e bonifica dei suoli Impianti SUD – Stabilimento di Sarroch (CA)”.
La Direzione Generale dell’Assessorato Regionale della Difesa dell’Ambiente, nelle more dell’aggiornamento/revisione della regolamentazione specifica, considerati i numerosi quesiti posti da Enti pubblici e Operatori privati, ha ritenuto necessario fornire un documento di riferimento. Si tratta di un aggiornamento del quadro rappresentato nella circolare del 14 Aprile 2016 conseguente all’emanazione del D.Lgs.104/2017 che con il recepimento della Direttiva Comunitaria 2014/52/UE ha modificato la parte seconda del D.Lgs. 152/06.
La Provincia di Oristano ha presentato l'istanza di Scoping per i lavori di adeguamento funzionale della SP 33 nel tratto Monte Poddigas-Allai, nei Comuni di Fordongianus e Allai.
La Società S.F.E. Srl ha depositato l’istanza relativa al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla VIA per il progetto “Impianto fotovoltaico della potenza di 54,4576 MWp, sito nella zona industriale di Macchiareddu, località - Campu Suergiu” nei Comuni di Assemini e Uta.
Il Servizio SVA informa che sono pervenute il 13 maggio 2018 delle Osservazioni per il progetto “Ampliamento funzionale dell’installazione IPPC consortile sita in località Spiritu Santu Olbia”, proposto dal Consorzio Industriale Provinciale Nord Est Sardegna – Gallura.
La Società Calcidrata Spa ha depositato l’istanza relativa al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla VIA per il progetto “Cava di calcare località Coa Margine” nei Comuni di Samatzai e Serrenti.
Il Servizio SVA informa che è stato archiviato il progetto “Parco Is Arenas – Interventi di riqualificazione ambientale, sportiva e infrastrutturale urbana ubicato nel Comune di Quartu Sant’Elena”, proposto dal Comune di Quartu Sant’Elena,
La Società Ecosansperate S.c.r.l. ha depositato l’istanza relativa al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla VIA per il progetto “Ampliamento Società Ecosansperate S.c.r.l.” in Comune di Uta (CA).
Il Servizio SVA informa che, nel mese di marzo 2018, è stata deposita documentazione integrativa al progetto “Richiesta di concessione mineraria temporanea per la coltivazione di argille bentonitiche e argille smettiche denominata 'Serra Narbonis' in agro del Comune di Villanovatulo”, proposto dalla Società ETAS Srl.
Il Servizio SVA informa che il procedimento di VIA per il progetto “Progetto definitivo di variante sostanziale per l’adeguamento di una discarica per rifiuti inerti da tipologia 1.a dell’art. 4 del D.Lgs. n.36 del 13.01.2003 con annesso impianto per il recupero degli stessi rifiuti, a discarica per rifiuti speciali non pericolosi (tipologia 1/b dell’art. 4 del D.Lgs. n. 36 del 13.01.2003) in un’area sita in località Contoniosa nel Comune di Uta, è stato archiviato.
La Società Maffei Sarda Silicati Spa ha depositato la documentazione integrativa relativa al progetto “Rinnovo della concessione mineraria di “Badu e Carru” nei Comuni di Ottana e Sarule – Progetto di coltivazione mineraria e recupero ambientale in agro del Comune di Ottana (NU)“.
La Soc. VIABILA srl ha depositato l’istanza al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla VIA per il progetto “Attività di recupero di rifiuti speciali non pericolosi (CER 17 03 02 - Fresato d'asfalto) in sostituzione delle materie prime per la produzione di conglomerato bituminoso e sottofondi/rilevati stradali – quantità superiori a 10 tonn/giorno – Località Z.I. Truncu Reale – Sassari (SS).
Il Servizio SVA informa che è stato concluso il procedimento di VIA relativo all'intervento: Progetto Nuraghe – Fase 1 – Realizzazione di una piattaforma polifunzionale e di un sito di raccolta, da realizzarsi nella zona industriale “La Marinella” nel comune di Porto Torres.