Mitigazione e adattamento

 

I cambiamenti climatici sono oggi uno dei temi al centro dell’agenda politica internazionale.

Le principali pubblicazioni scientifiche a livello internazionale ed europeo alla base della strategia nazionale di adattamento concordano nel sostenere che, nei prossimi decenni, gli impatti conseguenti ai cambiamenti climatici nella regione mediterranea europea saranno particolarmente negativi. Tali impatti, insieme agli effetti delle pressioni antropiche sulle risorse naturali, connotano tale area tra le più vulnerabili d’Europa. È dunque necessario, oltre a definire politiche e strategie di mitigazione, ragionare da subito in termini di adattamento, per una reale politica diretta ad affrontare nel migliore dei modi le conseguenze del cambiamento climatico.

La Sardegna, per la sua posizione centrale nel Mediterraneo, ha riconosciuto l'importanza di prendere un’iniziativa concreta e significativa per attrezzarsi ad affrontare gli effetti dei cambiamenti climatici e per questo motivo partecipa attivamente ai tavoli istituzionali nazionali ed europei.

La Sardegna presiede la Commissione ENVE (ambiente ed energia) del Comitato delle Regioni dell’Unione Europea e coordina a livello nazionale il Tavolo interregionale istituito dalla Commissione Ambiente ed Energia della Conferenza delle Regioni (Decisione del 12 novembre 2014).

Dal 1 aprile 2016 alla Regione Sardegna è attribuita la stessa presidenza della Commissione Ambiente ed Energia della Conferenza delle Regioni.

La Regione, ed in particolare l’Assessorato della difesa dell’ambiente, ha tra i suoi compiti istituzionale l’obiettivo di implementare la strategia nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici nelle politiche settoriali regionali (piani, programmi, atti di programmazione, bandi e strumenti di finanziamento in genere) e il risultato atteso di strutturare una metodologia flessibile e adattabile ai diversi contesti.

Ultime notizie

Non ci sono notizie per questa sezione.
Tutte le novità »